9. Ristrutturare casa: l’arredamento interno

La ristrutturazione è quasi ultimata! Ma cosa manca?

Al momento la nostra casa è spoglia: solo con i mobili andremo a completare lo stile degli ambienti assieme alle opere di finitura di cui abbiamo già parlato.

L’arredamento, sebbene sia l’ultima fase nell’ordine cronologico dei lavori in una ristrutturazione, è una delle prime cose che viene progettata. Infatti nel caso in cui il nostro tecnico di fiducia si occupi anche di arredamento, questo verrà scelto durante una delle prime fasi, ovvero durante la progettazione della casa.
E’ importante sia per le scelte impiantistiche, ovvero in base alla disposizione dei mobili si deciderà dove posizionare gli interruttori della luce oppure gli attacchi per l’impianto idraulico, sia per le scelte di finitura che completeranno lo stile dell’arredamento.
E’ importante progettarlo preventivamente dal momento che ogni mobile ha il suo tempo di produzione e d’installazione, cosicché completata la fase delle finiture interne si possa procedere subito con l’allestimento dell’arredo.
Questa fase è la più creativa poiché si potranno scegliere i materiali, i colori, le texture e la disposizione interna.

Oltre ai mobili, non dimentichiamo tutta l’oggettistica e i complementi, quindi soprammobili, tende, tappetti, oggetti di design, piante e vegetazione e di conseguenza il loro posizionamento nelle varie stanze. Sono gli elementi che daranno l’idea di ambiente finito, accogliente e vissuto.

Bene ora la nostra casa è come nuova! Ma attenzione: manca l’ultima fase che vedremo nel prossimo articolo.