1. Ristrutturare casa: trovare il tecnico

Avete intenzione di ristrutturare casa e non sapete da dove iniziare? Abbiamo stilato una lista di 10 passi per guidarvi in questo processo, dandovi consigli su cosa fare, a chi rivolgervi, quali sono le pratiche burocratiche da presentare, etc., perché dietro ogni ristrutturazione ci sono una serie di passaggi fondamentali da seguire per ottenere il risultato migliore possibile.

Partiamo dalle basi: la ristrutturazione di una casa può essere eseguita per molteplici motivi: apportare migliorie all’immobile per rendere gli spazi più funzionali in relazione alle necessità e abitudini quotidiane, riqualificare a livello energetico abitazioni datate e non in linea con le attuali normative a livello impiantistico e/o sanitario o per ripristinare un edificio vetusto e non più abitabile per svariati motivi.

 

Detto questo, molti di noi ci troveremo almeno una volta nella vita a dover compiere questo passo: come quando si compra un immobile e si decide di modificare la sistemazione delle stanze e degli impianti, o quando la nostra casa attuale o una determinata stanza non sono più funzionali alle esigenze di vita quotidiana.
Per questo motivo è utile tenere presente quali sono gli elementi fondamentali prima di procedere.
Vediamo assieme il primo passaggio.

 

PRIMO PASSO: TROVARE IL TECNICO CON CUI PIANIFICARE IL PROGETTO

Nel momento che abbiamo deciso “che cosa vogliamo” dalla ristrutturazione del nostro immobile, che sia una cucina più spaziosa o un nuovo bagno per gli ospiti, sarà bene contattare e affidarsi a un professionista.

In questa fase è consigliato guardarsi bene attorno: farsi una panoramica nel mondo del web sui tecnici della nostra zona, sentire il parere di amici o parenti che hanno già avuto simili esperienze e richiedere più di un preventivo e magari un incontro di persona per conoscere il tecnico e il suo studio, al fine di scegliere quello più consono alle nostre necessità.
Nel momento in cui ci affideremo a un professionista, che sia un architetto, un ingegnere o un geometra, sarà lui stesso a verificare lo stato dell’immobile (come vedremo nei prossimi articoli) e a stilare il progetto in base alle nostre richieste ma anche in base alle normative vigenti. Questo potrebbe comportare modifiche o imprevisti, ma se riusciremo a trovare un tecnico con cui instaurare un rapporto di fiducia  sarà più semplice e veloce trovare una soluzione che rientri nel budget e nel progetto desiderato.
Inoltre tutto l’iter burocratico necessario sarà affidato al professionista, che oltre  ad occuparsi delle pratiche edilizie e sovraintendere i lavori, farà anche da intermediario tra cliente e imprese edili e/o artigiani, assicurandosi che il risultato finale soddisfi le nostre aspettative. 

Una volta scelto il professionista che gestirà la nostra ristrutturazione, si procederà con la verifica dello stato preliminare dei luoghi, che vedremo nel prossimo articolo.