Breve guida ai pavimenti per la tua casa

Durante la ristrutturazione della nostra casa, una delle fasi più importanti e delicate è la scelta della pavimentazione.

Il mercato odierno offre tantissimi prodotti tra cui scegliere e questo può portarci ad avere una gran confusione, soprattutto quando non abbiamo nessuna nozione di base. La tipologia del pavimento è così importante perché è uno di quei componenti che difficilmente cambieremo negli anni successivi alla ristrutturazione e avrà un ruolo fondamentale per definire lo stile della casa, influenzando anche la percezione generale degli ambienti.

Chiaramente è sempre bene affidarsi a un tecnico di fiducia che sappia consigliarci al meglio.

Intanto vediamo assieme i vari materiali:

LEGNO

Elegante e caldo, ha una resa molto bella e naturale, disponibile in un’ampia gamma di colori e texture, dall’antico al prefinito. E’ un peccato che abbia diversi svantaggi: per esempio è vittima delle macchie, infatti essendo un materiale naturale tende ad assorbire qualsiasi cosa possa caderci sopra ed è anche facilmente danneggiabile dagli urti, provocati dalla caduta degli oggetti. Essendo molto delicato è ideale per chi preferisce un ambiente più estetico che funzionale, in base anche alle proprie abitudini.

LAMINATO

E’ l’alternativa perfetta al legno e al parquet, infatti non si rovina facilmente, resiste meglio alle macchie e agli urti. E’ molto più economico del legno/parquet e ha il vantaggio di durare più a lungo nel tempo, soprattutto quando si sceglie un tipo di laminato idrorepellente. E’ la scelta ideale per chi ama lo stile rustico ma teme il legno/parquet e i suoi punti deboli. L’unico piccolo svantaggio è la sua scarsa resistenza all’umidità, ma per il resto è una scelta eccellente.

 

 

 

 

GRES PORCELLANATO

Ancora più vantaggioso c’è il gres. Per quale motivo? Perché riesce a riprodurre diverse texture imitando gli altri materiali, con il beneficio di essere molto più resistente agli urti e ai graffi rispetto per esempio al laminato o al marmo. Con il gres si può avere l’estetica dello stile desiderato e allo stesso tempo la tranquillità di vivere un materiale resistente. E’ il più in voga al momento e nel caso non fossimo amanti delle fughe, c’è sempre l’opzione di piastrelle rettificate o maxi, nelle quali le fughe appunto sono ridotte al minimo e la loro pulizia risulta molto più semplice.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PIETRA

Non è infrequente richiedere la pietra per il pavimento visto che negli ultimi anni sta diventando un materiale di tendenza anche nelle case di città, soprattutto per gli ambienti esterni o quello della cucina. Tipica di uno stile rustico e di campagna è sempre consigliato scegliere una tipologia meno assorbente, quindi meno porosa, in modo che non assorba troppo macchie e liquidi. E’ un materiale naturale quindi è ideale per chi desidera dare un tocco classico agli ambienti della casa.

COTTO

Un grande classico che si vede sempre meno negli ambienti delle case moderne.
E’ molto resistente ai graffi e persiste negli anni. Uno dei suoi svantaggi è dovuto dalla sua superficie porosa, infatti tende ad assorbire i liquidi in generale a meno che non venga trattato con prodotti idrorepellenti e antimacchia. Ha una resa molto bella, rustica e casalinga, e attraverso diversi stili e colori si può adattare a qualsiasi tipo di mobilio e arredamento.

RESINA

Un’opzione ideale per chi ama uno stile più moderno e industriale. Qual è il suo grande vantaggio? Semplice: essendo priva di fughe è facile da pulire, inoltre a livello estetico da una sensazione di continuità, si adatta a qualsiasi arredamento e il suo costo rientra nella fascia economica con una posa molto veloce. Come materiale è molto resistente, sia alle macchie che agli urti.

 

 

 

MARMO

Anche il marmo è tra i materiali che aiutano a dare quel tocco di moderno alla tua casa. E’ molto costoso ma la sua resa è tra le più gradevoli, grazie all’eleganza e alla brillantezza che dona all’ambiente.
Ha una lunga durata nel tempo, ma necessità di diverse accortezze: come detto prima, le pietre e quindi anche il marmo sono caratterizzati da superfici porose, per cui bisogna stare attenti alle sostanze che potrebbero danneggiarlo, quelle acide come per esempio la Coca cola ma anche i detersivi non appositamente dedicati o troppo aggressivi.

CEMENTO

Tra tutti i materiali citati, è il più resistente e durevole nel tempo. La sua resa estetica rientra nello stile moderno e grazie alle sue diverse finiture può ricreare vari effetti all’interno dell’ambiente, abbinandosi senza problemi al resto del mobilio.

Nonostante abbia così tanti vantaggi, il cemento non è largamente diffuso e utilizzato in ambito residenziale, infatti lo possiamo trovare molto più spesso in un garage che in un salotto. E’ tipico dell’ambiente industriale, ma nel caso vi fosse il piacere di avere la casa o una stanza con pavimentazione in cemento, va ricordato che questo dovrà essere trattato superficialmente con resine o prodotti appositi per renderlo idrorepellente.

E tu, quale sceglieresti?